Il Nuovo Servizio Civile - Fai il Servizio Civile con Spes
Sito web: http://serviziocivile.volontariato.lazio.it  |  E-mail: info@volontariato.lazio.it


Sito del SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

SERVIZIO CIVILE - logo/testata del sito
Contattaci: serviziocivile@spes.lazio.itVai al portale volontariato.lazio
Sito del SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
Spazio associazioni: istruzioni per l'uso
Attenzione a...


Il servizio civile all'estero Torna indietro
Sono progetti di servizio civile nazionale all'estero i progetti che prevedono l'impiego di volontari all'estero, per un periodo non inferiore a sette mesi, in attività a favore dei Paesi esteri o a favore delle comunità italiane all'estero.

I progetti di servizio civile nazionale all'estero devono essere redatti secondo la scheda di progetto di cui all'allegato 2 del Prontuario per la redazione dei progetti del 5 maggio 2016; una volta redatto, il progetto deve essere firmato dal legale rappresentante dell'ente o da responsabile nazionale del servizio civile indicati in sede di accreditamento.

Oltre a quanto previsto per i progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia, quelli all'estero devono contenere le seguenti informazioni:

  • descrizione del contesto socio-politico ed economico del Paese o dell'area geografica dove si realizza il progetto;
  • numero dei volontari da impiegare nel progetto non superiore a 50 e non inferiore a 4, con minimo 2 volontari per ogni sede di attuazione di progetto;
  • vitto e alloggio nella sede del Paese estero; Le amministrazioni dello Stato potranno presentare progetti che non prevedono i predetti servizi. In questo caso i volontari riceveranno direttamente un rimborso forfettario per le spese sostenute;
  • l'individuazione del partner estero con il quale è realizzato il progetto;
  • le forme di partnership, accordi o protocolli stipulati con il partner estero;
  • modalità di collegamento e comunicazione dei volontari in servizio all'estero con la sede italiana dell'ente titolare del progetto;
  • soluzioni ed accorgimenti adottati atti a garantire i livelli minimi di sicurezza e di tutela dei volontari all'estero;
  • modalità di comunicazione all'autorità consolare o diplomatica italiana presso il Paese in cui si realizza il progetto della presenza dei volontari in servizio civile;
  • modalità e tempi di eventuali rientri in Italia durante il periodo di permanenza all'estero dei volontari;
  • permanenza dei volontari per minimo 7 mesi nelle sedi dei paesi esteri dove si realizza il progetto.
Nell' approvazione dei progetti di servizio civile nazionale all'estero l'Ufficio tiene conto della situazione di rischio presente nel paese di realizzazione degli stessi. L'Ufficio, tenuto conto delle disponibilità finanziarie, rimborsa all'ente:

  • le spese del solo viaggio di andata e ritorno;
  • di un unico rientro, se previsto dal progetto durante il periodo di svolgimento del servizio dall'Italia al paese estero di realizzazione del progetto effettuato in aereo (classe economica), in treno (2° classe) o con automezzi di linea.
Sarà corrisposto agli enti un contributo per:

  • le spese di gestione;
  • le spese sostenute dall'ente per le vaccinazioni obbligatorie dei volontari in servizio civile all'estero;
  • le spese necessarie per i visti e le eventuali tasse d'ingresso;
per un importo pari al 15% della somma delle indennità per l'estero versate ai volontari e del contributo per vitto e alloggio effettivamente erogato.


top