Salta
CSVnet - Coordinamento Nazionale dei Centri servizio per il Volontariato in Italia CEV - Centro Europeo del Volontariato
Aiuto


Fai volontariato con il trovavolontariato
E-mail Rss Feed
Flickr YouTube Facebook
SaltaSalta I Centri Salta Salta Salta Salta Salta Salta
Notiziari

Europa

Torna al sommario

Trova in questo notiziario

Cerca la notizia a partire da una parola chiave contenuta nel titolo o nel sottotitolo oppure in base al periodo di pubblicazione.

Data pubblicazione
 
Torna al sommario

Unire l’Europa per cambiarla

Presentato dal CNEL un manifesto con 10 proposte concrete per il futuro dell’Europa


Un manifesto con 10 proposte concrete per il futuro dell’Europa¸ condiviso dalle forze sociali e produttive italiane rappresentate al Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (Cnel) è stato presentato a Roma alla presenza di Luca Jahier¸ presidente del Comitato economico e sociale europeo (Cese).

Nel documento “Unire l’Europa per cambiarla” le forze sociali e produttive chiedono all’Europa:

-  più investimenti e innovazione per un modello di sviluppo sostenibile;

-  l’aumento graduale di risorse dell’Unione al 3% del Pil per progetti comuni sulle priorità economiche e sociali decise dal Parlamento europeo senza comportare aggravi a carico di lavoratori e imprese;

- una regia europea per politiche di sviluppo sostenibile: green economy¸ intelligenza artificiale¸ infrastrutture materiali e immateriali¸ economia sociale¸ agricoltura ecologica;

- un social compact europeo: contrasto alle diseguaglianze e alle povertภreddito minimo¸ indennità europea di disoccupazione¸ lotta al dumping contrattuale¸ gestione europea delle migrazioni;

- un anno di Erasmus per tutti i giovani europei: studio¸ servizio civile¸ inserimento al lavoro;

- un piano europeo per la formazione continua e digitale;

- l’avvio dell’armonizzazione fiscale e fiscalità comune per grandi progetti strategici;

- un’accelerazione del processo di integrazione politica: elezione diretta del Parlamento europeo e attribuzione di pieni poteri legislativi al Parlamento stesso;

- il potenziamento del dialogo sociale e sostegno alla contrattazione collettiva europea;

- la promozione di consultazioni dirette dei cittadini e riconoscimento ad essi del potere di petizione verso le istituzioni europee.

Per saperne di più leggi il documento completo presentato dal CNEL

Torna al sommario

Le ultime dal Europa


Vedi le altre notizie dal Europa

Torna su
Salta
Inviaci la tua foto per il portale!  L'immagine usata come sfondo è di:
Associazione ´Mama Africa´ | Scheda Vai alla scheda
Salta